Il PS vince anche quanto perde?

Nella sua newsletter quotidiana, José Manuel Fernandes, fondatore e giornalista del quotidiano portoghese Observador, riassume il risultato delle elezioni presidenziali portoghesi:

Non ci sono state sorprese, i sondaggi hanno indovinato. Marcelo è stato eletto Presidente della Repubblica al primo turno. Inoltre, Maria de Belém è uscita umiliata, il PCP conosce uno dei suoi peggiori disastri elettorali e Marisa Matias è riuscita a ripetere alle presidenziali il (buon) risultato del Bloco alle legislative. Fin qui, tutti saranno d’accordo.

L’autore analizza il voto in un articolo e critica i due commenti più frequenti nella notte delle elezioni e nelle analisi successive: (1) Antonio Costa, pur avendo perso le Presidenziali, alla fine ha vinto (2) il buon risultato di Marisa Matias è una brutta notizia per il partito comunista, ma è positiva per i socialisti.

Sul primo punto, afferma che le vittorie di Antonio Costa sono temporanee e personali: il partito socialista è in rovina e – ecco il secondo punto – il Bloco de Esquerda è il suo diretto avversario. I due partiti si rivolgono allo stesso elettorato (urbano, istruito, liberale): diversi sondaggi dimostrano come gli elettori socialisti si dicano disposti a votare il BE e gli elettori del BE ammettono di aver votato socialista.

Fernandes definisce il BE un partito populista, paragonandolo a Podemos, e critica il PS che, sotto la guida di Costa, ha adottato gli stessi discorsi demagogici e anti-austerity: gli elettori saranno tentati di preferire l’originale alla copia.

NOTA

Marisa Matias, 39 anni, eurodeputata e candidata del Bloco de Esquerda alle presidenziali portoghese ha ottenuto il miglior risultato della storia del partito (10%) raddoppiando lo storico 5,3% ottenuto da Francisco Louçã nel 2006.

Come nota Roberto Vecchi: È la conferma che la linea filogovernativa del Bloco non indebolisce, ma anzi rafforza il partito, che sta dilatando il consenso anche all’interno di nuovi settori della società.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...