Il capitale simbolico del 15M

In occasione del quinto anniversario del 15M, il movimento di protesta che nel 2011 si è imposto nella cronaca e politica spagnola, Davide de Ugarte fa un paragone interessante con la Riforma protestante:

È chiaro che nella Riforma protestante ci siano stati gruppi e dirigenti che chiedevano una società comunitaria…però questo non è stato il significato del movimento della Riforma e per questo la sua eredità sono Lutero e Calvino, non i seguaci di Hutter né quelli di Munzer. È chiaro che nel kibutz c’era una maggioranza non nazionalista, però il significato dell’indipendenza di Israele lo creò Ben Gurion e fu modellato nel tempo dai nazionalisti “classici”. Non sarebbe potuto essere diverso. Perché i movimenti non prendono la forma desiderata dagli attivisti, ma quella che riflette tanto le limitazioni come le aspirazioni materiali della gente che si invita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...