Appunti dal corso “European Culture and politics”

All’interno del corso online European Culture and Politics dell’università di Groningen, ho trovato particolarmente interessante l’intervista a Jose Casanova, professore di sociologia delle religioni alla Georgetown University.

Parlando di secolarismo e, più in generale, dei rapporti tra religione e spazio pubblico nei Paesi europei, afferma:

Conosciamo molti contesti in cui musulmani e indù, musulmani e cristiani possono vivere insieme senza alcun problema. Ma poi succede qualcosa che sfida questi schemi, schemi stabili. Di solito ha a che fare con lo Stato nazionale e l’idea della necessità di creare uno Stato nazionale omogeneo. […] le cosiddette guerre di religione nell’Europa moderno, se le si chiama guerre di formazione dello Stato – che è quello che erano – poi, ovviamente, si modifica la dinamica di ciò che è. Se capisci questo… ad esempio, gli ebrei, musulmani e cristiani potevano vivere insieme in Spagna sotto questi regni musulmani e cristiani. Ma poi arriva il modello di uno stato cattolico. Si cerca di omogeneizzare la popolazione. C’è bisogno di sbarazzarsi di ebrei e musulmani.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...