Le tribù europee

Chatham House e Kantar Public hanno identificato sei “tribù” presenti in Europa che superano i confini nazionali e i cui componenti condividono opinioni ed esperienze di vita:

  • Europei indecisi: la tribù più grande;
  • Europei soddisfatti: soprattutto giovani, contenti dello status quo;
  • Anti europeisti: non pensano di beneficiare dall’appartenenza all’Unione e non sono solidali con gli altri europei;
  • Europeisti frustrati: voglio un’Europa più forte e progressista;
  • Europei anti‑austerità: non è fiera di essere europea e auspica che i poteri siano restituiti agli Stati membri;
  • Europei federalisti: soddisfatti e favorevoli agli “Stati Uniti d’Europa”.

Fai il test: trova la tua tribù

 

Annunci

Bianco Bruxelles

Da Brussels Playbook, newsletter giornaliera di POLITCO Europe:

At receptions across Brussels a CEO is handed empty glasses (the other guests think he’s there to serve drinks). At a Parliament skin cancer screening service the organizers spend the week avoiding black people (their special camera doesn’t work on dark skin). The European Commission refuses to measure the ethnic diversity of its employees though it measures sex, age and nationality and reaches out to LGBT staff. People of color clean the toilets and serve the food at EU headquarters, but rarely if ever make the decisions.

I 751 membri del Parlamento Europeo in una foto: Brussels so white

 

Immacolata concezione

Se c’è qualcosa di più divertente della dottrina della Immacolata Concezione sono i bizzarri ragionamenti con cui esseri umani apparentemente intelligenti si convincono che questo fatto impossibile è dimostrato.

Mark Twain
Imprecazioni d’autore

La terza onda

Un interessante articolo introduttivo sugli specialty coffee; no, non sono sinonimo di gourmet. In spagnolo: El café especial que muchos cafeteros no conocen.

“Muchos que dicen ser amantes del café solo conocen el café comercial. Es como si dices amar la cerveza y solo has probado la de marca blanca más básica de un supermercado”, explica Pavlo Kosarevych, cofundador de Waycup Specialty Coffee, una nueva cafetería de Madrid.

Il politico meccanico

Nel 1769 l’ingegnoso Wolfgang von Kempelen portò a Maria Teresa d’Austria un regalo molto particolare. Si trattava di un automa, dalle sembianze orientali, in grado di giocare a scacchi. Subito ribattezzato il Turco Meccanico, fu portato in tour per l’Europa e per gli Stati Uniti – a una dimostrazione a Philadelphia assistette perfino lo scrittore Edgar Allan Poe – come prodigio della tecnica e del progresso.

Peccato però che si trattasse di un imbroglio. All’interno del marchingegno si celava un nano. Sufficientemente piccolo da potersi nascondere in un doppio fondo quando, prima di ogni partita, gli sportelli della macchina venivano aperti per mostrare al pubblico sbalordito gli ingranaggi che la componevano. Dall’interno, grazie a un complesso meccanismo di specchi, il pover’uomo era poi in grado di seguire il gioco e manovrare le braccia del sedicente robot.

Il fondamentalismo di mercato replica oggi lo stesso inganno. Per quanto possa apparire paradossale, a tenere separata la politica dall’economia è stata e continua ad essere la politica.

Lorenzo Marsili . Yanis Varoufakis
Il terzo spazio